×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 280

La spesa in pubblicità interattiva cresce ovunque nel mondo ma il peso di internet è molto diverso tra un Paese e l'altro. Nel Regno Unito vale quanto tutti gli altri mezzi messi insieme, mentre in Indonesia solo il 7% del totale. E l'Italia? E' a metà strada...

e marketer digital 1

I consumatori di tutto il mondo usano sempre più i dispositivi mobili per ricercare informazioni e acquistare prodotti: di conseguenza i marchi stanno aumentando la loro spesa pubblicitaria sui canali digitali. In Europa il budget dedicato al digital passerà dal 31,6% degli investimenti totali del 2015 al 33,3% del prossimo anno.

Anche nei mercati in cui si prevede che la spesa pubblicitaria totale sarà in diminuzione nel 2015, ossia Francia, Finlandia e Norvegia, l’adv digitale si espanderà, come riporta uno studio di eMarketer.

In questo quadro, il “peso” di internet nella torta del mercato pubblicitario mostra comunque variazioni molto significative da un Paese all’altro: considerando i principali mercati, si quest’anno si va dal 49,6% del Regno Unito al 7,3% dell’Indonesia. Si prevede che nel Regno Unito, nel 2016, gli inserzionisti spenderanno più sulla rete che sui media tradizionali. La stessa cosa si verificherà in Cina nel 2017 e nel 2018 in Australia, Norvegia e Danimarca.

e marketer digital 2L’Italia – Paese dove la market share della tv è particolarmente significativa da sempre – si trova al diciottesimo posto tra i paesi in cui al digital viene destinata una percentuale maggiore di spesa. I budget sono previsti in aumento anche nel nostro paese: nel 2015 secondo eMarketer sarà dedicato al digital il 18% della spesa adv totale (IAB Italia e Politecnico di Milano hanno invece calcolato che internet valga ormai circa il 30% del mercato), contro il già citato 49,6% del Regno Unito e del 44,6% della Danimarca. L’istituto prevede un aumento nei prossimi anni, toccando il 19,3% del 2016, per arrivare al 22,4% nel 2019.

In molti mercati a trainare l’adv digital, sono i marchi di beni di largo consumo e l’automotive, soprattutto nelle regioni in cui le vendite di auto sono in salita, come in Cina: qui i budget dedicati all’adv digital aumenteranno del 3% quest’anno. Molte start up nei paesi in via di sviluppo, come in Indonesia (nel 2015 la spesa per il digital sarà pari al 7,3% del totale), usano il digital in quanto mezzo pubblicitario più conveniente. Le start up spesso investono il 100% del loro budget per gli annunci in rete.

Fonte: engage.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi altre informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione